Attualità

Destinazioni e video marketing! Prima di tutto la creatività

Dove andrai in vacanza la prossima estate? immagino che questa frase suoni a tutti noi molto familiare.

Poco familiare e tutto da indagare è invece il processo di ispirazione motivazionale che ci porta a preferire una destinazione (lo stesso vale per qualsiasi prodotto) in maniera inconscia o spesso senza una precisa motivazione di fondo. “sì… in effetti mi ispira!”

Nel mondo del turismo le fonti che ispirano le nostre scelte sono molteplici: si passa infatti dall’affissione pubblicitaria alla scelta consapevole di utilizzare una particolare vallata come set cinematografico (vedi Games of Thrones e l’Irlanda del Nord).

I video sono sicuramente uno strumento di comunicazione molto interessante per raccontare e promuovere una destinazione turistica. I motivi sono essenzialmente tre:

• La loro capacità di penetrazione è molto forte così come l’impatto che hanno sull’utente, questo perché sono in grado di coinvolgere in modo totalizzante lo spettatore (o almeno ci provano)

• Grazie a dispositivi digitali sempre più evoluti, questi contenuti possono essere visualizzati dagli utenti ovunque e in qualsiasi momento della giornata

• I video hanno generalmente un livello di engagement molto alto e grazie alla loro immediatezza e praticità ottengono anche un ottimo livello di conversioni. La strategia utilizzata da Storie da vivere potrebbe esserne l’esempio più lampante.

Ma qual è ad oggi il livello di interazione tra un potenziale turista e un contenuto video?

Uno studio pubblicato da Booking Suite evidenzia come, mentre il 60% di tutte le ricerche sulle destinazioni di viaggio proviene da dispositivi mobili, la componente video è un elemento chiave della fase ispirazionale; due viaggiatori su tre infatti guardano video durante questa fase e l’88% delle ricerche video di viaggio su YouTube riguardano: idee di viaggio, destinazioni, attrazioni e spunti d’interesse.

Un numero sempre maggiore di enti o agenzie di promozione turistica (nazionali o anche regionali) utilizza il video marketing per attrarre un’ampia gamma di viaggiatori e, viste anche le differenze stilistiche tra i territori, ogni video da risalto ad elementi d’attrazione propri di una determinata destinazione. Tantissime destinazioni per esempio danno risalto nei propri video alle bellezze naturalistiche per attirare un numero maggiore di turisti active e outdoor (vedi il video sul Cile di seguito) mentre altre, come appunto la Basilicata (secondo video), si propongono insieme alla Toscana come una delle migliori location cinematografiche italiane.

Ma quali sono stati i video di promozione turistica più premiati per il 2017?

L’UNWTO come ogni anno organizza la Tourism Video Competition che quest’anno ha visto premiata come Peoples Choice Award l’Indonesia con la bellissima campagna Wonderful Indonesia: The Journey to a Wonderful World.

Mentre la giuria del festival internazionale della creatività Cannes Lions, ha premiato per il secondo anno consecutivo la Svezia con il suo The Swedish Number | +46 771 793 336

Personalmente una menzione a parte andrebbe fatta per le strategie di video marketing utilizzate dai Paesi del nord Europa, in particolare Islanda e Norvegia che fanno della creatività e dell’autoironia il loro cavallo di battaglia.

Cliccare per credere!!!

 

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avatar
Tourism Analyst & Strategist presso Fondazione Campus Studi del Mediterraneo